Calciatori tedeschi più forti di sempre

0
344
beckenbauer germania

Calciatori tedeschi più forti di sempre nel post a cura di Campioni Calcio

Germania terra di talenti e di calciatori possenti. Abbinare fisico e tecnica non è mai stato facile per il calciatore medio, ma proprio lì, riguardo a determinati soggetti, ci sono riusciti eccome. Sono venuti fuori negli anni alcuni calciatori tedeschi, tra i più forti in assoluto e che hanno scritto inevitabilmente la storia del calcio. Il mito dei panzer applicato a questo gioco è sempre lì davanti agli occhi degli appassionati. Veri e propri corazzieri in grado di annichilire gli avversari con qualunque mezzo.

Ecco, quindi, una nostra raccolta dei calciatori tedeschi più forti di sempre, nel post dedicato alla Storia del Calcio, a cura di Campioni Calcio!

Sepp Maier

Ex portiere, considerato il più forte tedesco di sempre nel ruolo. Lega tutta la sua carriera al Bayern Monaco, con cui ha giocato dal 1962 al 1979. I titoli, naturalmente, si sprecano, anche se i più importanti e ancora più prestigiosi li ha conquistati con la maglia della Germania Ovest. Trattasi dell’Europeo del 1972 e del Mondiale datato 1974. Era ben noto per la sua agilità tra i pali. Non a caso veniva soprannominato “Il gatto”.

sepp maier

Andreas Brehme

Ex terzino destro con un passato all’Inter di Trapattoni verso la fine degli anni ’80. Uno degli esponenti di spicco di quell’Inter scudettata del 1989, con record di punti annesso in campionato. Offriva un certo dinamismo sulla fascia, che lo rendeva un fluidificante di quelli vecchia maniera. 

Tra le sue specialità tecniche i calci piazzati, sia punizioni che rigori. Con la Germania Ovest subisce l’amarezza di perdere una finale Mondiale nel 1986, ma si riscatta quattro anni dopo ai Mondiali italiani trafiggendo la stessa Argentina di Maradona nella finalissima di Roma.

Lothar Matthäus affermò che Brehme è stato il miglior calciatore con cui abbia mai giocato. Magari è una esagerazione, però dimostra come il difensore abbia fatto la storia del calcio tedesco. 

tedeschi dell'inter

Paul Breitner

Difensore e centrocampista allo stesso tempo, vissuto nell’epoca calcistica degli anni ’70, dove la Germania Ovest rappresentava una delle nazionali europee più forti in assoluto. Gioca al fianco di altre leggende viventi tedesche come Beckenbauer, Muller e Maier, contribuendo all’ascesa inarrestabile del Bayern Monaco. L’accoppiata Europeo 1972/Mondiale 1974 lo rende un tedesco vincente per definizione. Inserito dalla FIFA nella lista dei 100 giocatori viventi più forti.

Piccola curiosità: è suo il goal della bandiera tedesco nella sconfitta in finale di Coppa del Mondo a Madrid nel Mondiale ’82 contro gli Azzurri di Beazort.

breitner germania gol

Oliver Kahn

Ex portiere degli anni ’90/2000, che ha difeso per tante partite la porta del Bayern Monaco. Con i bavaresi si è distinto soprattutto a livello europeo per reattività e carisma. In carriera ha accumulato 8 campionati, 6 coppe nazionali, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa Uefa e 1 Coppa Intercontinentale. Per 4 volte è stato eletto dalla Uefa miglior portiere. Campione d’Europa nel ’96 con la Germania, anche se brucia ancora quel secondo posto del Mondiale Corea e Giappone 2002, perso contro il grande Brasile di Ronaldo, Ronaldinho e soci. In cui, bisogna dirlo, il portiere tedesco ci ha messo davvero del suo dopo aver portato i suoi in finale.

oliver kahn foto

Matthias Sammer

Ex difensore tedesco, ruolo libero, che nel 1996 agguantò il Pallone d’Oro. Riconoscimento assolutamente raro per un difensore in linea generale. Campione d’Europa nello stesso anno con la Germania. Unico calciatore, insieme a pochi altri, a potersi vantare di aver vinto il campionato tedesco prima da giocatore e poi da allenatore. Molto prolifico anche nella porta avversaria e in grado di trascinare i compagni con la sua conclamata leadership.

Matthias Sammer

Jürgen Kohler

Ex difensore, dapprima della Germania Ovest e poi della Germania unificata. Uno stopper vecchia maniera come non se ne fanno più. Oro ai Mondiali italiani del 1990, a contatto diretto con un certo Diego Armando Maradona sul campo. Gioca 3 Mondiali in carriera, ma segna poco. Sono solo 2 reti in 105 apparizioni in Nazionale. Può essere considerato l’unico in grado di aver arginato, seppur in minima parte, un certo Marco Van Basten. La semifinale dell’Europeo 1988 fu una sfida memorabile in tal senso.

Jürgen Kohler

Karl-Heinz Rummenigge

Il livello si alzava tantissimo con lui in campo. Rummenigge è un ex attaccante campione d’Europa e vicecampione del mondo per ben 2 volte con la Germania Ovest. Milita 10 anni nel Bayern Monaco e trascorre 3 anni all’Inter, dal 1984 al 1987. Pallone d’Oro nel 1980 e nel 1981. Tre apparizioni consecutive ad un Mondiale. Al Bayern Monaco è un’autentica istituzione, avendo ricoperto anche il ruolo di dirigente.

rummenigge foto

Franz Beckenbauer

Probabilmente il difensore tedesco più forte di sempre o quantomeno uno dei primi due. Al Bayern Monaco ha vinto praticamente tutto dal 1964 al 1977. Con la Germania Ovest domina sia l’Europeo del ’72 che il successivo Mondiale del ’74. Due volte vincitore del Pallone d’Oro nel ’72 e nel ’76, record per un difensore. France Football nel 2020 lo ha menzionato nel dream team del Pallone d’Oro in quanto miglior difensore centrale di sempre.

franz beckenbauer

Lothar Matthäus

Si gioca con Beckenbauer lo scettro di miglior calciatore tedesco di tutti i tempi. Con l’Inter porta a casa lo storico scudetto dei record nel 1989, oltre che 1 Coppa Uefa. Tutto questo dopo aver stracciato gli avversari di turno in precedenza con la maglia del Bayern Monaco.

Prende parte a 5 edizioni dei Mondiali, uno dei pochissimi eletti a potersi sfregiare di questo riconoscimento. Solo Messi ha più presenze di lui in una competizione iridata. Pallone d’Oro nel 1990, anno del Mondiale soffiato a Maradona, e calciatore Fifa dell’anno nel 1991.

lothar matthaus

Gerd Müller

Il centravanti più forte e prolifico che abbia mai avuto la Germania Ovest. Campione d’Europa nel ’72 e del mondo nel ’74, risultando essere in entrambi i casi decisivo. Miglior goleador nella storia del Bayern Monaco. Pallone d’Oro e 2 volte Scarpa d’Oro nel 1970 e nel 1972. Per lui 730 gol in 788 partite, che ne fanno il cannoniere con la media realizzativa più alta con quasi un gol a partita. Sono in totale 365 le reti complessive, che lo relegano al primo posto nella graduatoria dei capocannonieri di Bundesliga.

gerd muller foto germania

Articolo precedenteLuis Suárez, bio del centrocampista spagnolo della Grande Inter 
Articolo successivoBrasile-Uruguay 1950: il Maracanazo