Calciatori francesi più forti di sempre

0
67
michel platini nazionale francese

Calciatori francesi più forti di sempre, nel post a cura di Campioni Calcio

La Francia ha dato lustro al calcio internazionale con la presenza e la reputazione acquisita dai suoi calciatori. Tra presente e passato, con uno sguardo rivolto al futuro, la nazione in questione si pone come punto di riferimento per l’affermazione dei più grandi talenti al mondo. I nomi da citare, in questo senso, sono vari.

Eric Cantona

Tra i calciatori francesi più famosi in assoluto non si può non menzionare un certo Eric Cantona. Esponente di spicco della classe anni ’90, il quale si è reso protagonista sul campo non solo per gesti tecnici, ma anche per qualche intemperanza di troppo.

Ex attaccante, 24simo nella lista dei calciatori più forti di sempre secondo World Soccer. Ancora oggi al Manchester United viene celebrato come una delle bandiere più gloriose. 

Per lui 4 Premier League e 2 FA Cup in 5 stagioni, condite, per così dire, dal famoso calcio rifilato ad un fan del Crystal Palace durante un match di campionato. Il motivo? Era stato insultato dagli spalti, a testimonianza di un carattere molto forte e autoritario.

Nicolas Anelka

Ex attaccante francese, protagonista con la Nazionale all’Europeo del 2000 vinto contro l’Italia. Arsenal e Chelsea le due squadre con le quali si è messo maggiormente in evidenza a suon di gol e prestazioni. 

Un passato anche nella Juve nel 2013, ma in coincidenza con la parabola discendente della sua carriera. Tipica seconda punta dal fisico possente, in grado di poter giostrare tra le linee, ma, allo stesso modo, di essere considerato un centravanti vero.

Thierry Henry

Ex attaccante dell’Arsenal, con cui ha giocato 8 stagioni a cavallo tra gli anni ’90 e 2000. Considerato uno degli attaccanti francesi più forti della sua epoca. Nel 1999 la Juve lo ha tra le sue fila, ma non riesce a sfruttarne a pieno le potenzialità. 

Soltanto ai Gunners Thierry diverrà quello che è diventato. Per lui sono 174 gol in 254 presenze complessive, che non si segnano per caso. Vincitore della Champions League con il Barcellona nella stagione 2008/2009. Per lui anche 4 volte capocannoniere della Premier e 2 volte vincitore della Scarpa d’oro.

La FIFA lo fa rientrare a pieno titolo nella lista dei 125 giocatori viventi più forti. Attualmente Henry allena la Nazionale francese Under 21.

Olivier Giroud

Attaccante francese 37enne in forza al Milan e perno centrale della Nazionale con cui ha conquistato il titolo mondiale nel 2018. 129 presenze in maglia blues e 56 reti concretizzate fino ad ora. 

Di diritto il leader nella speciale classifica dei bomber francesi. Rispetto a tutti gli altri vanta una particolarità non da poco per un attaccante: essere un buon portiere, come si è visto di recente in Serie A.

Laurent Blanc

Il classico difensore vecchio stampo, in grado di interpretare alla perfezione il ruolo di libero, ormai andato in disuso nel calcio moderno. Ma Laurent Blanc era una garanzia da questo punto di vista. Tecnicamente ineccepibile, sia in fase di impostazione che di aggressione all’avversario. 

In Italia lo si è potuto ammirare con le maglie di Napoli e Inter, rispettivamente all’inizio e alla fine degli anni ’90. Campione del mondo con la Francia nel 1998 e Campione d’Europa nel 2000. Il suo gol decisivo agli ottavi di finale del Mondiale contro il Paraguay è considerato uno spartiacque fondamentale per il prosieguo di quella manifestazione.

laurent blanc napoli

Lilian Thuram

Altro ex difensore di una certa caratura che tesseva le file della retroguardia transalpina. Tra Parma e Juve si è distinto con autorità a suon di titoli, vincendo due campionati in bianconero e alzando una Coppa Uefa con gli emiliani. Primatista assoluto di presenze con la Nazionale a quota 142, spalmate su 14 anni di attiva partecipazione. 

Davanti a lui solamente Hugo Lloris. È stato il difensore più pagato di sempre in sede di calciomercato nel momento in cui passa dal Parma alla Juve nel 2001. I bianconeri spesero ben 33 milioni di euro. Rio Ferdinand al Manchester United lo ha superato l’anno successivo, mettendo a bilancio la cifra monstre, per l’epoca, di 46 milioni di euro.

lilian thuram

Kylian Mbappé

Il calciatore francese più forte attualmente, ma non solo della sua nazione. Esponente di spicco di una nuova generazione di talenti che vede in lui un capostipite predestinato. A 24 anni ha già sfornato record su record in termini realizzativi e i margini di miglioramento sono ancora tanti. 

Nasce come esterno offensivo, ma man mano si è accentrato sempre più fino a diventare una vera e propria punta, seppur atipica nel suo genere. In tanti lo paragonano già al primo Thierry Henry nelle movenze e nelle affinità.

Fabien Barthez

Ex portiere francese, che ha vissuto da protagonista l’epopea vincente della Francia tra il Mondiale 1998 e l’Europeo del 2000. Eletto miglior portiere di quel Mondiale e portiere dell’anno nel 2000, secondo l’istituto nazionale di storia e statistica del calcio.

Il bacio sulla testa calva ricevuto dal suo capitano Laurent Blanc prima di ogni partita ufficiale della Francia resta uno dei momenti più nostalgici di sempre.

Zinedine Zidane

Zizou ha vinto praticamente tutto tra Francia e squadre di club. Uno dei migliori fantasisti e giocolieri che il calcio abbia proposto negli ultimi 20 anni e oltre. Juve e Real Madrid le squadre con le quali ha potuto esprimere a pieno tutta la sua classe. 

150 miliardi di lire furono necessari al Real per strapparlo ai bianconeri nel lontano 2001. Vincitore del Pallone d’Oro nel 1998. 28simo nella graduatoria dei migliori calciatori di sempre secondo la rivista World Soccer. Il primo allenatore francese in assoluto a vincere una Champions League.

zidane real madrid

Michel Platini

Un nome, più di una garanzia. Il mito. 3 volte consecutive vincitore del Pallone d’Oro, un record mai avvicinato da nessuno nella storia del calcio. Lega il suo nome alla Juve, con cui ha vinto due volte il campionato di Serie A. Capocannoniere per tre volte consecutive dal 1983 al 1985. 

Miglior marcatore di sempre in un Europeo grazie ai 9 gol realizzati nell’edizione del 1984, dove la Francia, inevitabilmente, primeggiò. Chiude la carriera a 32 anni dopo aver disputato oltre 650 partite da professionista. Mai stato espulso nel corso della sua vita calcistica. 

michel platini juventus

Just Louis Fontaine

Ha una media realizzativa, con la Nazionale, di oltre un goal a partita. Anzi, per essere precisi 30 reti in 21 partite son 1,42 goal a match. Già questo dovrebbe far pensare la grandezza di questo calciatore che, tra le altre cose, ha diversi record all’attivo: 6 gare consecutive con goal in un Mondiale, 13 reti in una sola edizione di un Campionato del Mondo per Nazionali.

Un cruccio? Non ha mai vinto nulla con la Nazionale Francese anche se, comunque, è nato in Marocco da genitori europei: il padre francese e la madre spagnola. 

just fontaine foto

Karim Benzema

Anche lui, come Fontaine, non ha vinto nulla con la Nazionale francese. Ci è andato vicinissimo nel 2022, perdendo in finale contro l’Argentina di Lionel Messi. Ma ciò non toglie nulla alla grandezza di un attaccante stratosferico, che ha ‘rotto’ l’egemonia dell’argentino e di Cristiano Ronaldo in merito al Pallone d’Oro vincendolo nel 2022.

Ha vinto tantissimi premi di squadra e individuali, tra cui ben 5 Champions League. In Nazionale ha segnato 37 reti in 97 partite, posizionandosi rispettivamente al quinto posto tra coloro che hanno segnato di più con i transalpini e al decimo posto per presenze. Molte polemiche ha suscitato la sua decisione di chiudere praticamente la carriera nel calcio che conta andando a firmare un contratto milionario a 36 anni con l’Al-Ittihād.

Articolo precedenteWalter Mazzarri, allenatore specialista in miracoli
Articolo successivoPrimo Europeo di Calcio: Francia 1960